venerdì 30 marzo 2007

Ricetta New York Cheesecake

Ingredienti:
  • 500 gr di formaggio Philadelphia
  • 250 gr di biscotti Digestive (oppure Oro Saiwa)
  • 80 gr burro
  • 230 gr di zucchero
  • 1/2 confezione di panna acida
  • 1 fialetta di essenza di vaniglia
  • La buccia grattugiata di 1 limone
  • 3 uova intere

    Preparazione:
    Frullare i biscotti riducendoli in piccole briciole, aggiungere 50 gr di zucchero e il burro fuso e mescolare bene.

    Stendere il composto in uno stampo a cerniera di 20 cm (anche 23 va bene), pressandolo bene. Far raffreddare mettendo in frigo per mezz'ora.

    Sbattere il formaggio con lo zucchero, il limone grattuggiato e le uova. Stendere il composto sul fondo di biscotti e infornare a 100 gradi Centigradi per circa 40-45 minuti.

    Spegnere il forno e lasciare raffreddare il dolce nel forno chiuso per mezz'ora.

    Fetta di CheesecakeMescolare la panna acida con 2 cucchiai di zucchero e l'essenza di vaniglia formando una glassa omogenea.

    Quando il dolce è freddo spalmare la glassa sulla superficie e mettere in frigo per almeno 2 ore.

    Ogni fetta dovrebbe essere tagliata, come fanno a New York, col "dental floss", cioè con il filo interdentale.

    Si può guarnire la fetta di dolce con salsa di frutta, ad esempio una gelatina ai lamponi.
  • 35 commenti:

    Anonimo ha detto...

    Se metti una autentica ricetta americana di c.c. non puoi dare l'alternativa degli oro saiwa.
    Sono biscotti completmente diversi dai digestive ed il risultato srebbe un dolce altrettanto buono ma che non può essere chiamato cheese cake.
    pandora

    Anonimo ha detto...

    Per quante persone viene il dolce? Cioè, più o meno quanto viene grande la cheesecake con queste proporzioni?

    Jake

    Peter Ray ha detto...

    Ciao Pandora,
    in linea generale sono d'accordo con te, ma credo che una volta indicato l'ingrediente originale credo non sia sbagliato indicare una possibile alternativa, visto che i Digestive non sono reperibili facilmente almeno non tanto quanto altri tipi di gallette "nostrane".
    Grazie per la puntualizzazione cmq :-)
    Ciao!

    Anonimo ha detto...

    i digestive ormai si possono trovare anche all'esselunga...

    Anonimo ha detto...

    Mai assaggiata la Chessecake di Chicago...? muoio ogni volta che ci ripenso!!!

    Anonimo ha detto...

    SALVE,IO HO FATTO LA "TORTA AMERICANA" COSI' CHIAMATA SEGUENDO LA RICETTA ORIGINALE.DIGESTIVE E PHILADELFIA E NIENTE IMITAZIONI.....
    E' BUONA,MA DEVO DIRE LA VERITA' A ME NON HA FATTO IMPAZZIRE
    CIAO A TUTTI!

    Anonimo ha detto...

    Preferisco di gran lunga la ricetta tradizionle sensa Philadelphia.....rimane un pò acidino!!!ma nel complesso è una bomba :)

    Anonimo ha detto...

    MA DOVE LA TROVO LA PANNA ACIDA?POSSO SOSTITUIRLA CON QUALCOS'ALTRO?GRAZIE

    Anonimo ha detto...

    MA DOVE LA TROVO LA PANNA ACIDA?POSSO SOSTITUIRLA CON QUALCOS'ALTRO?GRAZIE

    Anonimo ha detto...

    MA DOVE LA TROVO LA PANNA ACIDA?POSSO SOSTITUIRLA CON QUALCOS'ALTRO?GRAZIE

    Anonimo ha detto...

    La panna acida la trovi in quasi tutti i supermerfcati.

    Anonimo ha detto...

    Un alternativa Italiana, più magra potrebbe essere usare la ricotta al posto del formaggio Philadelphia?

    Anonimo ha detto...

    comunque si scrive "senza" non "sensa"...in ogni caso se si utilizza la ricotta la cheesecake risulta più leggera.

    Anonimo ha detto...

    comunque si scrive "senza" non "sensa"...in ogni caso se si utilizza la ricotta la cheesecake risulta più leggera.

    debby ha detto...

    Per me siete tutte sceme...ma di che sanno tutte queste puntualizzazioni? Ma ringraziate chi ha scritto e pubblicato la ricetta e state a casa a cucinare...siete ridicole!

    Anonimo ha detto...

    Ma state tutti zitti che con gli oro saiwa viene buonissima lo stesso!!

    Anonimo ha detto...

    Ho provato la ricetta, senza panna acida per guarnire ma sono gelatina di fragole. devo dire ottima.

    Laura ha detto...

    Ciao Peter
    ho provato la ricetta ma e' stata un po una catastrofe forse perche' ho seguito troppo alla lettera le informazioni senza riflettere. La base e' venuta troppo alta utilizzando una base di 20 cm e 250 gr di biscotti. Il composto con la Philadelpia e' risulatto troppo mordido nonostante le reffreddatura in frigo. E senza aver utilizzato la carta da forno il dolce si e' attaccato.
    Riprovero' con piu attenzione
    Laura

    di passaggio.. ha detto...

    debby hai PERFETTAMENTE ragione!

    Anonimo ha detto...

    a parte che non c'è mai una sola ricetta per un piatto, ma poi non è neanche un dolce americano, è greco, quindi se nella versione americana si usano i digestive, che per altro sono scozzesi, ognuno può farla come preferisce.

    Anonimo ha detto...

    ciao Peter,
    ho provato a seguire la tua ricetta ma, diciamo, il risultato è da 5 (ovviamente sarà per colpa mia :) ). Sul sapore ci siamo abbastanza, il problema è la consistenza. Alla fine della cottura infatti è rimasta comunque abbstanza liquida. Dopo una notte in frigo si è un po' consolidata ma non è bella solida come nell'originale. Suggerimenti?
    Grazie mille
    Luigi

    Anonimo ha detto...

    sono d'accordo con questa l'ultima commento... è rimasta molto liquida dopo la cottura, ma dopo una notte in frigo sia migliorata la situazione....un po... Sono americana e anche se il dolce è gustoso .... non è NYC Cheesecake !

    anna ha detto...

    il cheesecake come da ricetta mi è venuto buonissimo. l'ho fatto già due volte e l'ho rifarò ancora ..ancora..e ancora.grazieee

    Anonimo ha detto...

    Mettete a 180 gradi no 100

    Anonimo ha detto...

    buonissima e semplice,consistenza perfetta,unico cambiamento la temperatura del forno da 100 a 150°,consigliata ;)

    Anonimo ha detto...

    il mio cheeskake è composto da 250 g di biscotti petit,150 g di burro fuso per la base- per la crema 250 g di mascarpone,200 ml di panna x dolci (nn montata), una bustina di vanillina, 4 cucchiai di zucchero. sbriciolo i biscotti finemente e li unisco al burro fuso.rivesto di carta fornio una teglia rotonda e faccio la base compattando bene.. metto in frigo e nel frattempo faccio la crema...unisco lo zucchero e la vanilllina alle uova,, la panna e infine il mascarpone... una passatina con lo sbattitore e lo adagio sulla base.. 45 min in forno a 180 gradi.. per decorare io uso una stecca di cioccolato che sciolgo a con della panna e faccio la glassatura sul lato superiore.. e infine panna montata.. nn è originale come ricette ma vi assicuro è buonissimo!!!! alessia (fatemi sapere poi cosa ne pansate)

    Anonimo ha detto...

    nella variante con il mascarpone negli ingredienti non specifichi quante uova ci vanno

    Leonardo ha detto...

    fatta mille volte viene sempre un capolavoro seguendo la ricetta...ho aumentato anch'io la temperatura.....ciao....

    Martina D. ha detto...

    Il problema dell'uso degli Oro Saiwa al posto dei Digestive è nel risultato finale: sapore buonissimo, ma la base è un po'... mattone, è buona per carità, ma risulta molto pastosa e umida, forse dovuto alla diversa composizione dei due biscotti... I digestive garantiscono un risultato molto più leggero e asciutto ;)

    pippo balsamo ha detto...

    io la faccio con la crema spalmabile dell'euro spin che costa 75 centesimi (200gr) ed è uguale alla filadelfia (ma senza il costo della pubblicità.Non prendo ne i digestive e ne gli oro saiwa , ma dei semplici frollini sempre all'euro spin....insomma il risultato se la sai fare è sempre buonissio e spendi la metà della metà :-) NON VI FATI FUTTIRI I SODDI!!!!!

    pippo balsamo ha detto...

    io la faccio con la crema spalmabile dell'euro spin che costa 75 centesimi (200gr) ed è uguale alla filadelfia (ma senza il costo della pubblicità.Non prendo ne i digestive e ne gli oro saiwa , ma dei semplici frollini sempre all'euro spin....insomma il risultato se la sai fare è sempre buonissio e spendi la metà della metà :-) NON VI FATI FUTTIRI I SODDI!!!!!

    miaka_chan87 ha detto...

    l'avevo già vista fare in tv ma non avevo fatto in tempo a prendere nota...grazie mille per la ricetta! a breve la proverò!

    Anonimo ha detto...

    Ottima. Ho ricetta simile, pero io consiglio primi 15 min a 180 e poi 40 min a 120. Poi controllate. Se ancora troppo liquida lasciatela ancora un po' (20 min). Dipende anche da potenza forno!!

    Anonimo ha detto...

    Una informazione.... Sapreste dirmi come trovo il mascarpone in America? Grazie mille.... Sandra

    Anonimo ha detto...

    Ho seguito la ricetta in modo dettagliato.sapore ottimo ma, nonostante sia rimasta in frigo tutta la notte la crema con il philadelphia rimane troppo molle... alcuni ci aggiungono la colla di pesce ma non saprei con che ingrediente mischiarela....consigli!!!